Il Festival

Mostra Internazionale del Cinema Sociale

Mostra internazionale del cinema sociale

La Storia

La precedente edizione del Social World Film Festival, la numero sette, ha visto nei ben 30 eventi collaterali la partecipazione di migliaia di spettatori e si è conclusa dal 23 al 30 luglio 2017 nell’incantevole cornice della Città di Vico Equense (Napoli), dopo aver fatto tappa in svariate città nel mondo. L’evento ha visto la partecipazione di 20.000 giovani e studenti provenienti da tutta Italia e tantissimi altri per i cinque workshop realizzati durante la rassegna cinematografica; cosa peculiare ed unica del festival è stata l’organizzazione composta da oltre 50 giovani professionisti italiani tutti under 35.

Importanti personaggi del mondo cinematografico internazionali tra cui Claudia Cardinale, poi divenuta presidente onorario del festival, Ornella Muti, Giancarlo Giannini, Valeria Golino, Luis Bacalov, Laura Morante, Leo Gullotta, Maria Grazia Cucinotta, Lello Arena, Enzo Avitabile, Riccardo Scamarcio, Franco Nero, Alessandro Haber, Ricky Tognazzi, Anna Falchi, Gabriel Garko, Isabella Aragonese, Simona Izzo hanno interagito direttamente con i tanti giovani protagonisti della kermesse.

Il Festival vanta, negli anni, anche il patrocinio e collaborazione di Rai, Medusa, Warner Bros, Luce-Cinecittà, Diva Universal, Ministero dell’Ambiente, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, Pubblicità Progresso e tantissimi altri, la partecipazione di una “Giuria di Qualità” di altissimo profilo guidata dal critico cinematografico di Rai Uno Valerio Caprara e di una “Giuria Critica” a cui hanno partecipato le maggiori testate nazionali tra cui Corriere della Sera, La Repubblica, Il Mattino, RDS, RaiNews, Rai Movie, Radio Capital, il conferimento delle Medaglie del Presidente della Repubblica, del Senato Italiano e della Camera dei Deputati, l’altro patrocinio del Presidente del Parlamento Europeo e della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.


Il Festival

Il Social World Film Festival, mostra internazionale del cinema sociale, nasce nel 2011 da un’idea di Giuseppe Alessio Nuzzo.
L’iniziativa, giunta alla settima edizione nel 2017, oltre che rassegna cinematografica può e deve essere considerata come momento di aggregazione culturale e sociale, esperienza di cooperazione e integrazione, luogo di denuncia e riflessione: il cinema sociale inteso come mezzo di comunicazione internazionale, confronto oltre che contenitore di critica, sviluppo e promozione.
Il Festival, inteso come concorso e come vetrina di titoli e personalità provenienti da ogni parte del mondo, si tiene annualmente nella città di Vico Equense, incantevole cornice paesaggistica, storica e culturale che apre alla Costiera Sorrentina.

La necessità di sociale è espressa dal fatto che sempre più persone si avvicinano a cortometraggi, documentari e lungometraggi, molti dei quali a basso budget e/o indipendenti, a tematica sociale. Nasce l'obbligo di pubblicizzare, sostenere, reclamizzare "materiale" che possa spingerci alla riflessione, che possa farci fermare a pensare in un mondo ormai corroso dalla veloce ed incalzante routine.
Il Social World Film Festival si propone, come prima ed unica rassegna dedicata al cinema sociale nelle sue più ampie interpretazioni; il Social World Film Festival risulta così essere un forte attrattore culturale e turistico, inserendo tantissime attività in un unico programma articolato ma semplice allo stesso tempo che sfrutta e potenzia le risorse storiche, naturali, architettoniche e paesaggistiche del territorio in cui si realizza.
Il Social World Film Festival però non è solo cinema anzi non è solo un festival; il Social World Film Festival è un’esperienza, un momento culturale e sociale, dove il cinema abbraccia il teatro, la musica, lo sport e l’arte sullo sfondo della storia e della natura.

Il Social World Film Festival è fondamentalmente un festival da giovani per giovani di giovani:
da giovani, perché la kermesse è organizzata da un team di professionisti dai 18 ai 35 anni con una media di soli 28 anni di età;
per giovani, perché il festival offre diverse opportunità, tutte gratuite, dedicate a ragazzi italiani e stranieri;
di giovani, perché il 90% delle opere in proiezione sono realizzate da giovani under 35.
Grandi protagonisti del cinema nazionale ed internazionale partecipano alla manifestazione, incontrano i giovani giurati e il pubblico dibattendo attivamente con loro in un continuum di scambi di idee lungo tutto il programma di momenti di approfondimento ed eventi che accompagnano collateralmente il Festival.

La scelta delle opere artistiche, dentro e fuori concorso, viene dettata di anno in anno dall’aderenza ad un tema guida, scelto dalla Direzione del festival, tra le tematiche di maggiore discussione e più forte impatto nel contesto sociale, culturale e politico italiano e mondiale.

I temi finora succedutisi nelle passate edizioni sono stati:
• L’Unità d’Italia e i legami tra le nazioni – 2011
• L’incubo delle mafie – 2012
• L’Ambiente da tutelare – 2013
• L’Amore che unisce – 2014
• L'amicizia. Legame, risorsa, crescita – 2015
• Sogno. Desiderio, speranza, passione – 2016
• Magia. Incanto, suggestione, meraviglia – 2017


0
0
0
s2smodern

Iscrivi la tua opera

Ultime notizie

Ultime da Facebook

Per offrirti una migliore esperienza questo sito fa utilizzo di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più o modificare le tue preferenze consulta la sezione Privacy e Cookie Policy